Contenuto principale

Cuoio capelluto secco e sensibile: cause e consigli

Prurito, arrossamento, forfora, sensazione di disagio: le manifestazioni di un cuoio capelluto sensibile o secco sono numerose, e possono essere molto fastidiose. Quali sono le cause? Come riconoscere un cuoio capelluto disidratato da un cuoio capelluto sensibile? Come alleviare il fastidio? Ecco qui le nostre soluzioni.


Cuoio capelluto secco e sensibile: cause e consigli


Il cuoio capelluto viene messo a dura prova ogni giorno. Molti fattori possono rivelarsi aggressivi: inquinamento, prodotti per il lavaggio e lo styling, coloranti, ma anche stress, allergie, sbalzi ormonali, eccetera. Ognuno di questi elementi può sbilanciare l’equilibrio del cuoio capelluto. Troppo secco, o troppo grasso? In qualsiasi caso, la salute del cuoio capelluto influenzerà direttamente l’aspetto dei vostri capelli. In caso di gravi squilibri dellla cute, i capelli possono diventare sottili e fragili, o addirittura cadere. Capelli sani richiedono un cuoio capelluto sano.

Esistono soluzioni per rimediare a tutti questi inconvenienti. Per trovare il trattamento più efficace, è fondamentale distinguere un cuoio capelluto sensibile da uno secco.

Il cuoio capelluto secco

Il cuoio capelluto è l'epidermide che riveste il cranio. Proprio come la pelle del resto del corpo, anche quella del cuoio capelluto può essere disidratata.




Come riconoscere un cuoio capelluto secco?

Quando l'epidermide del cranio si disidrata, reagisce accelerando la produzione di cellule. Queste cellule in eccesso cadono, creando la forfora. Queste piccole e leggerissime cellule cutanee morte si osservano facilmente quando ci si spazzola i capelli. Cadono, perché non aderiscono al cuoio capelluto. La forfora è il primo segno di un cuoio capelluto eccessivamente secco. Ma la secchezza può essere riconosciuta anche grazie a una serie di altri sintomi, come il prurito. Questa eccessiva produzione di cellule, infatti, produce una sensazione sgradevole che porta a grattarsi. Tuttavia, graffiare il cuoio capelluto causa irritazione, e accentua il fenomeno.



Le cause di un cuoio capelluto secco

Molte cause possono essere alla base di questo squilibrio nell'idratazione del cuoio capelluto. Ad esempio alcuni problemi medici, come la psoriasi, la dermatite seborroica o l’eczema. Se l’origine è di natura clinica, noterete spesso chiazze o arrossamenti su altre parti del corpo come il viso, i gomiti e le mani. In questi casi è, quindi, assolutamente necessario consultare un dermatologo che farà la diagnosi e prescriverà il trattamento appropriato. Anche l'assunzione di alcuni farmaci, a volte, provoca la disidratazione del cuoio capelluto, così come un improvviso cambiamento ormonale. Anche in questi casi un parere medico può aiutare a individuare la causa.

Tuttavia, molto spesso, la secchezza del cuoio capelluto è spiegata dall’influenza di fattori esterni. L’inquinamento, il tabacco, il sole, il cloro aggrediscono con forza la pelle sottile di questa parte del corpo. Infine, la secchezza del cuoio capelluto può anche essere causata da un eccesso di lavaggi, e dall’uso di troppo shampoo. Per avere un piacevole effetto schiumogeno, si è spesso tentati di usare una quantità troppo elevata di prodotto; ma, inevitabilmente, una parte dello shampoo non verrà eliminata con il risciacquo. Lo shampoo in eccesso contribuirà, così, a soffocare il cuoio capelluto, e provocherà reazioni spiacevoli. Anche l'uso prolungato e continuativo di phon o piastre per capelli troppo calde può provocare secchezza.

Un cuoio capelluto sensibile

Arrossamento, prurito, formicolio, il cuoio capelluto non vi lascia in pace. Forse avete un cuoio capelluto sensibile?



Come riconoscere un cuoio capelluto sensibile?

Un cuoio capelluto sensibilizzato provoca una serie di sensazioni spiacevoli ma benigne, che non necessariamente durano nel tempo. Ad esempio, una tinta potrebbe causare una sensazione di calore o arrossamento per alcune ore. Oppure, dopo essere andati in piscina e nonostante i lavaggi con lo shampoo, provate una sensazione di oppressione, o prurito. O, alcuni giorni, il disagio appare e poi, semplicemente, scompare. In questi casi, non c’è dubbio: il cuoio capelluto è sensibilizzato o sensibile. Questo significa che il cuoio capelluto reagisce alle aggressioni esterne, qualsiasi esse siano, ma senza che ciò determini un grave squilibrio.



Quali sono le cause del cuoio capelluto sensibile?

La vita di oggi sottopone la nostra pelle a molte costrizioni e aggressioni. La pelle, a volte, reagisce. I problemi del cuoio capelluto sensibile possono essere causati, in primo luogo, da un'allergia a un alimento ingerito o a un prodotto utilizzato. Se si tratta di un alimento altre manifestazioni sul corpo, come l'orticaria, vi indurranno a consultare un medico. Se si tratta di una reazione lieve ma spiacevole dopo la tinta, lo shampoo o l'applicazione di una maschera, dovrete assolutamente cambiare prodotto. Sarà necessario assicurarsi di optare per prodotti senza ammoniaca, senza acqua ossigenata o senza idrossido di sodio.

Il cuoio capelluto può anche essere sensibilizzato dall'uso di prodotti non idonei. Ad esempio, l'uso di shampoo per capelli grassi troppo aggressivi indebolirà il cuoio capelluto. Anche lavaggi eccessivamente frequenti, l’uso di troppo shampoo, di acqua eccessivamente calda o l’impiego quotidiano di una piastra o di un arricciacapelli finiscono per aggredire il cuoio capelluto.

Infine, non vanno trascurati fattori più generali, come la dieta e il sonno. La fatica fisica e una dieta squilibrata possono influire sulla salute del cuoio capelluto.



I nostri consigli per il trattamento di un cuoio capelluto troppo secco o sensibile

Per risolvere i problemi del cuoio capelluto, è fondamentale identificare le cause scatenanti. Un cuoio capelluto disidratato non verrà trattato allo stesso modo di uno sensibile. La cosa più sicura è affidarsi al know-how di un esperto, e ottenere la consulenza di un professionista in salone o online.




Inoltre, alcuni gesti molto semplici possono migliorare notevolmente il vostro comfort. Distanziate un po' i lavaggi dei capelli e usate una quantità inferiore di prodotti. Prestate particolare attenzione al risciacquo. Impostate il vostro asciugacapelli in modo che sia meno caldo. Limitate l'uso di piastre e arricciacapelli riscaldati. Infine, scegliete dei trattamenti di qualità senza prodotti irritanti, formulati secondo le esigenze del vostro cuoio capelluto.





Tout savoir sur Spécifique



FRAÎCHEUR DURABLE

Le Microbiome de Votre Cuir Chevelu Est le Secret de la Beauté et Santé de Vos Cheveux
Découvrir

FRAÎCHEUR DURABLE

Une sensation de fraîcheur durable

Découvrir

FRAÎCHEUR DURABLE

Un guide simple pour équilibrer votre cuir chevelu gras et vos longueurs sèches
Découvrir


Quale shampoo scegliere per il cuoio capelluto secco o sensibile?




Esistono molti prodotti specifici per cute sensibile o secca. Però, non tutti sono uguali. Alcuni contengono allergeni o sostanze chimiche che aggrediscono il cuoio capelluto e i capelli. È quindi fondamentale scegliere prodotti naturali, e di alta qualità.

Kerastase, ad esempio, propone una linea di prodotti specificamente formulata per risolvere i problemi del cuoio capelluto secco o sensibile: Dermo-Calm. Lo shampoo super nutriente Dermo-Calm Rich Bath è una cura lenitiva per il cuoio capelluto, capace di detergere perfettamente i capelli. Potete anche creare una routine benefica per il cuoio capelluto, includendo nella vostra routine l'esfoliazione lenitiva e delicata del gommage Dermo-Calm.

I problemi del cuoio capelluto sensibilizzato e secco non sono irrisolvibili. Qualunque sia l'origine del vostro prurito, della forfora e della sensazione di disagio, troverete la soluzione cambiando routine, e utilizzando prodotti adeguati e mirati. Affidatevi all'esperienza e al know-how degli esperti!



Messaggio di navigazione
Per una migliore esperienza, ruota il tuo dispositivo